L’ ASPI ha conseguito la Certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità ai sensi della norma UNI EN ISO 9001:2015 con l’Ente di Certificazione SGS.

Anche i soci effettivi ASPI possono ottenere la Certificazione del loro Sistema di Gestione per la Qualità ai sensi della norma UNI EN ISO 9001:2015 per le attività da loro svolte: “Servizi di risanamento non distruttivo di reti fognarie ed idriche; spurgo e pulizia di reti fognarie ed idriche; videoispezione di reti fognarie ed idriche; raccolta e trasporto di rifiuti urbani e speciali; intermediazione senza detenzione di rifiuti pericolosi e non pericolosi; gestione di bagni mobili; pulizia e spazzamento strade”.

Gli associati ASPI possono chiedere a questi uffici di essere ammessi alle procedure per la certificazione del Sistema di Gestione per la Qualità ai sensi della norma UNI EN ISO 9001:2015, con riferimento alle attività sopra indicate (una o alcune o tutte), a condizione che siano in regola con il contributo annuale a questa Associazione.

Per il mantenimento della certificazione di ogni socio effettivo ASPI, questi uffici e l’Ente di Certificazione SGS effettueranno verifiche sistematiche ed a programma.

Le spese per le visite periodiche ed il rinnovo triennale delle certificazioni alle singole imprese sono a carico di ASPI.

Elenco imprese certificate ISO 9001 con progetto ASPI – SGS:

  • VENTURI AMBIENTE SRL (N° Certificato IT 13/0401.01)
  • SATO SERVICE SRL (N° Certificato  IT 13/0401.03)
  • IDROSPURGHI DI PLAINO GIANNI (N° Certificato IT 13/0401.04)
  • DOME’S SRL (N° Certificato IT 13/0401.05)
  • ECO GAS SRL (N° Certificato IT 13/0401.06)
  • ECOVALSERCHIO SNC DI RENUCCI LUIGI E C. (N° Certificato  IT 13/0401.07)
  • FAENZA SPURGHI SRL (N° Certificato  IT 13/0401.08)
  • GUERRA ORLIS DI GUERRA ROBERTO, MASSIMO E C. SNC (N° Certificato  IT 13/0401.09)
  • IDROTECNICA DI GIAROLO SERGIO (N° Certificato  IT 13/0401.10)
  • LA GARBENSPURGHI SRL (N° Certificato IT 13/0401.11)
  • LABIANCA MICHELE (N° Certificato  IT 13/0401.12)
  • ECORIS SRL (N° Certificato  IT 13/0401.13)
  • POMATTO ROMUALDO (N° Certificato  IT 13/0401.14)
  • TEDESCHI AUTOSPURGHI SRL (N° Certificato  IT 13/0401.15)
  • CAVAGNA GIULIO DI CAVAGNA MARCO & C. SNC (N° Certificato  IT 13/0401.16)
  • BERSELLINI FRANCO & C. SRL (N° Certificato  IT 13/0401.18)
  • ZANOTTO GIORGIO & FIGLI SAS DI ZANOTTO GIORGIO (N° Certificato  IT 13/0401.19)
  • LAVASPURGO BOCCHI SRL (N° Certificato  IT 13/0401.20)
  • PALLINI SPURGHI DI PALLINI ENRICO (N° Certificato  IT 13/0401.21)
  • ECOSPURGHI LOMBARDA SRL (N° Certificato  IT 13/0401.22)
  • ECOSOLUTION DI MERLINI SIMONE (N° Certificato  IT 13/0401.23)
  • F.LLI SANTAGADA SNC (N° Certificato  IT 13/0401.24)
  • AMBIENTE SERVIZI S.R.L. (N° Certificato  IT 13/0401.26)
  • AUTOSPURGO ROMAGNA SRL (N° Certificato  IT 13/0401.27)
  • BOLOGNA SPURGHI SRL (N° Certificato  IT 13/0401.28)
  • FAGECO ECOLOGIA SRL (N° Certificato  IT 13/0401.30)
  • DIP DI DALLERA PIETRO E C. SNC (N° Certificato  IT 13/0401.31)
  • FAGECO SERVIZI SRL (N° Certificato  IT 13/0401.32)
  • VANTINI GIUSEPPE SRL (N° Certificato  IT 13/0401.33)
  • BANDELLONI SRL (N° Certificato  IT 13/0401.34)
  • SPURGHI F.LLI TERZI SRL (N° Certificato  IT 13/0401.35)
  • SPURGO MAREMMA SRL (N° Certificato  IT 13/0401.36)
  • PODESTA’ SERVIZI & ECOLOGIA SRL (N° Certificato  IT 13/0401.37)
  • SPURGO EXPERT SRL (N° Certificato  IT 13/0401.39)
  • COOPERATIVA SERVIZI INERENTI ALL’AGRICOLTURA (N° Certificato  IT 13/0401.40)
  • FORLI’ AMBIENTE SOCIETA’ COOPERATIVA (N° Certificato  IT 13/0401.41)
  • AUTOSPURGO PIPITONE DI CASTELLI SALVATORE (N° Certificato  IT 13/0401.42)
  • BIANCHI RODOLFO (N° Certificato  IT 13/0401.43)
  • LUCIANI REGINALDO SAS DI M.& V. LUCIANI (N° Certificato  IT 13/0401.44)
  • SANGOI & FIGLI SRL (N° Certificato  IT 13/0401.45)

Politica della qualita’

L’Associazione ASPI ha come finalità:

  • di favorire la conoscenza e la solidarietà tra gli associati;
  • di promuoverne la qualificazione e la preparazione professionale;
  • di tutelare gli interessi della categoria, assumendone la rappresentanza nei rapporti con le Autorità, Amministrazioni pubbliche, Istituzioni, Associazioni, Organismi ed Enti.

In particolare si propone:

  • di contribuire all’aggiornamento degli Associati nel campo economico, giuridico e tecnico nonché di avviare iniziative che siano di utilità e sostegno alla loro attività, come convegni, corsi di formazione, pubblicazione di periodici e di monografiche (anche con l’utilizzo di sistemi multimediali),
  • di adoperarsi perché eventuali vertenze tra le imprese associate siano risolte in modo amichevole,
  • di collaborare con gli organi, preposti alla regolamentazione del settore, per un corretto ed armonico intervento a tutela dell’ambiente sociale e naturale.

Per il raggiungimento dei suoi scopi e nei limiti stabiliti dalla legge, l’ASPI potrà:

  • partecipare alla costituzione od assumere partecipazioni in Società, Consorzi od Enti che svolgono un’attività connessa o di utilità a quella propria,
  • svolgere attività promozionale, espositiva e di relazioni esterne,
  • raccogliere dati ed informazioni,
  • effettuare o sostenere ricerche e studi di settore.

ASPI opera coinvolgendo tutte le sue risorse necessarie per il raggiungimento dei seguenti obiettivi generali:

  • il pieno soddisfacimento delle attese degli Associati e di tutte le Parti Interessate;
  • la prevenzione di disfunzioni ed inadeguatezze attraverso l’impiego della valutazione del rischio (risk-based thinking) del Sistema di Gestione della Qualità;
  • la qualità dei servizi erogati, che devono essere rispettosi dei requisiti di leggi e norme vigenti e devono sempre orientare e guidare le imprese a tale rispetto;
  • il miglioramento continuo per assicurare lo “zero reclami”.

Ogni anno sono pianificati e auspicalmente perseguiti degli obiettivi misurabili, documentati e pulgati attraverso lo strumento del Bilancio Sociale a tutti gli associati oltre che al Consiglio Direttivo dell’Associazione.
La presente politica è presente sul sito internet dell’Associazione affinchè sia disponibile a tutte le parti interessate.

Costituisce parte integrante della presente Politica il Codice Etico dell’Associazione nonché le sue integrazioni quale:

Il Codice Etico dell’Associazione (allegato allo Statuto) viene integrato, per i soci effettivi aderenti alla certificazione ASPI, con il seguente principio:

Gli associati partecipano attivamente al bene civico, culturale, sociale e morale del proprio paese, del proprio stato e della propria comunità, donando spontaneamente denaro o opere.

Per dare seguito all’obiettivo sopra esposto, gli Associati si impegnano a donare denaro o opere a favore di strutture od enti pubblici (Comuni, scuole, strutture sanitarie, ecc.) o di altre organizzazioni con scopi benefici (es. cooperative O.N.L.U.S.), qualora rientrino in una o più delle seguenti casistiche:

  • abbiano svolto lavori per il settore pubblico;
  • abbiano ottenuto contributi o benefici pubblici.

La donazione è volontaria, costituita da una percentuale del valore corrisposto all’impresa per opera realizzata ovvero del contributo/beneficio ricevuto; la percentuale è scelta liberamente dal donatore.

Il valore della donazione può essere sostituita dalla realizzazione, da parte dell’Associato, di opere di interesse collettivo (Comuni, scuole, strutture sanitarie, asili, parchi e verde pubblico, associazioni O.N.L.U.S.) a titolo gratuito e di valore equivalente e persi dai servizi specifici dell’Associato, valore determinato sulla base dei normali prezzi di mercato.

Il versamento o la realizzazione dell’opera in donazione dovrà avvenire entro 12 mesi da quando è stato percepito il compenso o il contributo o il beneficio.

Gli Associati che hanno aderito all’iniziativa, entro il 31 gennaio di ogni anno comunicano all’ASPI gli importi e le opere donate, compilando ed inviando l’allegato A.

Su apposita pagina del sito www.associazioneaspi.it sono riportati gli Associati che hanno aderito all’iniziativa con gli importi e le opere donate; le stesse informazioni sono pubblicizzate dall’ASPI almeno due volte l’anno su quotidiani nazionali; le stesse informazioni sono pubblicizzate dall’ASPI almeno due volte l’anno per altri canali di comunicazione ai Comuni ed ai Gestori dei Servizi pubblici.

La Direzione